via Fratelli Folonari, 20 - Brescia Centralino 030.37291
cgil CGIL - Camera del Lavoro di Brescia

Nuove misure per lavoratrici e lavoratori in condizione di fragilitÓ

Il Decreto Sostegni ha previsto una serie di misure a sostegno dei lavoratori "fragili". In attesa di ulteriori chiarimenti, forniamo alcune prime informazioni in materia.


Fin dall’inizio dell’emergenza sanitaria si è posto il problema della gestione sui luoghi di lavoro dei lavoratori che presentano particolari situazioni di salute e che sono stati chiamati “fragili”. La gestione è stata definita con una serie di interventi  che si sono susseguiti e che non hanno però dato una piena copertura normativa, anzi, in alcune situazioni hanno esposto questi lavoratori ad un possibile problema di mantenimento del posto di lavoro in relazione ai Contratti collettivi applicati.

In questi giorni con il Decreto 22 Marzo 2021 n. 41 (Decreto Sostegno), all’art. 15 (Misure a sostegno dei lavoratori in condizione di fragilità) sono state inserite una serie di nuove misure che definiscono interventi migliorativi rispetto alla precedente situazione, che in sintesi riportiamo:

Fino al 30 giugno 2021, laddove la prestazione lavorativa non possa essere resa in modalità agile I periodi di assenza dal servizio non sono computabili ai fini del periodo di comporto e, per i lavoratori in possesso del riconoscimento di disabilita', non rilevano ai fini dell'erogazione delle somme corrisposte dall'INPS, a titolo di indennità di accompagnamento. 

Per quanto viene riportato dal Decreto legge 41/2021 questo regime copre il periodo 1 marzo – 30 giugno 2021,  non viene citato nulla per i periodi precedenti su cui abbiamo chiesto chiarimenti per dare una informativa completa ai lavoratori coinvolti in questo tipo di assenza che per molti ha avuto una dimensione rilevante.

Pertanto forniamo questa prima informazione in attesa di eventuali ed ulteriori chiarimenti.

📎 SCARICA IL VOLANTINO .

Approfondimenti